I PRIVILEGI DEI PARLAMENTARI

Non tutti sanno che recentemente il Parlamento ha votato all’UNANIMITA’, e senza astenuti, un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa € 1.135,00 al mese. Guarda caso però questa mozione è stata così ben camuffata da non apparire nei verbali ufficiali.

Ecco l’elenco delle concessioni che si sono auto-votate i nostri cari parlamentari :

  • STIPENDIO : € 19.150,00 al mese
  • STIPENDIO BASE : circa € 9.980.00 al mese 
  • PORTABORSE : circa € 4.030,00 al mese (sono solitamente parenti e/o familiari)
  • RIMBORSO SPESE AFFITTO : circa € 2.900,00 al mese
  • INDENNITA’ DI CARICA : variabile tra € 335,00 a € 6.455,00 TUTTI ESENTASSE
  • TELEFONO CELLULARE : gratis
  • TESSERA DEL CINEMA : gratis
  • TESSERA DEL TEATRO : gratis
  • TESSERA TRASPORTI PUBBLICI URBANI : gratis
  • ASSICURAZIONE INFORTUNI
  • ASSICURAZIONE MORTE
  • SPESE MEDICHE (Familiari compresi)
  • PARRUCCHIERE, CENTRI BENESSERE, ECC…..
  • RISTORANTE (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per circa 1.472.000, 00 €)
  • PENSIONE : acquisiscono il diritto alla pensione dopo 35 mesi (mesi non anni!) in parlamento, mentre noi poveri cittadini dobbiamo versare un minimo di 35 o 41 anni (pubblico impiego) di contributi, destinati ad aumentare, per avere diritto alla pensione.
  • SPESE ELETTORALI : nonostante il divieto di finanziamento pubblico dei partiti i singoli Incassano in media un rimborso spese elettorali superiore a 100.000, 00 Euro
  • ALTE CARICHE DELLO STATO : Presidenti della Repubblica, della Camera, del Senato, hanno poi un diritto “natural durante” ad avere un ufficio, una segretaria, un auto blu con autista e scorta sempre al loro servizio.

Immaginate i danni provocati ai cittadini da questa casta di intoccabili (almeno in India hanno il coraggio di ammettere l’esistenza delle caste!)

La sola Camera dei Deputati costa al cittadino circa 2.215,00 EURO AL MINUTO! Chiaramento non stiamo parlando di minuti lavorativi ma di tempo cronologico. Se dovessimo calcolare il costo per minuto lavorato, tenendo conto della presenza, o meglio dell’assenza dei parlamentari, uscirebbe un costo molte volte superiore.

Anche i MEDIA non amano pubblicare questi dati per cui non possiamo far altro che farli circolare autonomamente tra amici e parenti.  

NESSUNO VUOLE TOGLIERE UN CONGRUO STIPENDIO AD UN PARLAMENTARE CHE IN FONDO E’ UN MANAGER DELLA NOSTRA PIU’ IMPORTANTE AZIENDA : L’ ITALIA, MA ALMENO TRATTIAMOLI COME DICE LA COSTITUZIONE (UGUAGLIANZA DI TUTTI I CITTADINI) PER QUANTO RIGUARDA GLI ASPETTI NON STRETTAMENTE LEGATI ALLO STIPENDIO E RIDUCIAMO DEFINITIVAMENTE IL LORO NUMERO.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 3 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: